giovedì 1 aprile 2010

Serate colorate

Abbiamo mangiato davanti alla finestra per osservare la pioggia battente, le nuvole paffute e grigie, i mattoni delle case che diventavano smaltati e luccicanti.
Con tutta la calma.
In un silenzio impossibile, rotto solo da qualche domanda con una risposta corta.
E poi è arrivato.

Mamma, mi sa che è l'ora dell'arcobaleno.

Ed è arrivato.

Subito era un po' appannato.


Poi da un camino è uscito con un vestito di tinte più intenso.

E poi ... una magia.
A guardar bene....
ne sono arrivati due.


Che fortuna sfacciata star qui a vederlo.

Nessun commento: