venerdì 28 agosto 2009

Corsa ad ostacoli

Lo ammetto.



Avevo/amo deciso di fare un figlio e di farlo da giovani e forti (27 io, 30 lui).
C'erano mille motivi dietro questa scelta, tutti validissimi per noi.
Abbiamo scalato questa montagna con solenne giuramento reciproco che nessuna ripercussione ci sarebbe stata sulle nostre scelte di vita e sul nostro lavoro.

Per entrambi il lavoro era una passione.
Ma di quelle vere e viscerali che sogni fin da bambino.
Che coltivi nel tempo, per cui soffri, lotti e fai rinunce.
Per cui vai via di casa, studi lontano, cambi case e stai sempre senza soldi.

Di quelle passioni forse, a volte, anche non sane, tanto è fisico il connubio.
Andavo in mare con la muta di lui... quando la pancia era troppo grossa....
e poi mi son venute contrazioni premature... e il mio ginecologo (sub anche lui): senti, smettila di andar per mare... ti porto le foto io...


E poi ho partorito. E ho scoperto che non esiste solo il lavoro.
Soffrendo però.
Tutti avanzavano. E io rimanevo indietro.
Chi aveva più possibilità, chi aveva i nonni, chi faceva un lavoro "normale" e aveva tutti i diritti che spettano alle mamme e ai babbi.
Ecco, noi no.   Niente di niente.

Ma io avevo forte nel cuore la mia passione.
Divisa con il amato barracuda attaccato al seno. (Non le è mai mancato l'appetito...).

E poi tutti sono andati avanti e io sono rimasta indietro.
E la passione mi è rimasta, però.

Il mio barracuda è una bellisima Castagnola rossa che sguazza tra le Paramuricee (perdona, il paragone).
E io entusiasta la ammiro mentre impara ad usare pinna maschera e boccaglio.
E mi vien da piangere quando penso alla prima volta che la porterò sott'acqua...

E però la passione non scema. Rimane.
E mi arrangio, per sopravvivere, con altro.
Però, passato l'entusiasmo dei primi mesi...poi mi annoio....
E la notte sogno il mare.

E però la passione non scema. Rimane e un po ' si sta acutizzando.
Come quando ingigantisci i ricordi vecchi.
E allora lo ammetto.


Quando mi arrivano queste foto da un punto non precisato del Mar Mediterraneo meridionale lo invidio.
In caso di emergenza ho un numero con mille cifre da chiamare.

 
 


E io sono qui a pesare erbe sul bilancino di precisione.
Piratando una rete di questo Centro Commerciale.
Nascosta col mac dietro al bancone (non ditelo in giro...) .

NDR. Non stiamo più insieme.... ma lui è riuscito comunque a continuare ad andar per mare.
Io no.
Ammiro la mia Castagnola.
E continuo a sognare il mare di notte.
E continuo per ora a pesare le erbe medicinali.

4 commenti:

mammaincrescita ha detto...

Ho letto attentamente e con empatia.
Sebbene la mia storia, per certi versi analoga, sia ancora alla fase pancione, posso capire..
Nutro per il mio lavoro (o almeno la parte sul campo)una passione viscerale. Di quelle che ti portano a trovare forze che nessuno ti conferirebbe, guardando il tuo aspetto. Eppure, ho solcato coste, montagne, foreste, paludi con materiale in spalla ed alla ricerca di un battito d'ali da catturare, per un momento. Cattura, ovvero ricerca scientifica e insieme desiderio infantile di afferrare il volo, 4° dimensione non propria della nostra specie. Adesso, dal letto guardo il cielo. Ascolto quei canti, che prima spiavo da sotto un cespuglio. Attendo i pochi giorni concessi, in cui col pancione forse riuscirò a seguire questo autunno di migrazione. Intanto, storni e rondoni sono già in viaggio e io guardo il cielo ed aspetto..

Se ha detto...

@mammaincrescita: ti sostengo a distanza.
Non sempre le cose vanno male.
Spesso vanno bene.
Per me è satto difficilissimo trovare l'equilibrio tra esser mamma e esser donna-che-ama-il-suo-lavoro.
Io sono stata costretta a lasciare tutto.
MA non è detto che a te vada così.

Tieni sempre le orecchie aperte sui canti di uccelli.

Tieni sempre gli occhi in ascolto della 4° dimensione.

Goditi questo momento unico che stai vivendo. Poi si vedrà.

Ti seguo, mentre voli.
Seguimi, mentre nuoto.

Anonimo ha detto...

ciò che hai scritto mi ha coinvolta, l'importante è non perdere la passione per qualsiasi cosa sia. Se non puoi continuare ad averla per il mare trovane un'altra ma tieni sempre il tuo cuore pronto ad accogliere... ciao Iolanda

Se ha detto...

@iolanda: hai ragione. Adesso sto provando a re-invenatrmi e a seguire una passione che avevo nel cassetto ma che per varie vicissitudini è rimasto là in fondo.

Mettendo in ordine... l'ho scovato.
L'ho spolverato.

Ci sto lavorando.
Con il cuore aperto.
Grazie.